Dal primo di gennaio 2021, IBL Family applica le nuove regole europee in tema di classificazione della clientela inadempiente rispetto a un’obbligazione verso la Banca (cosiddetto ‘default’) introdotte dall’Autorità Bancaria Europea con l’obiettivo di uniformare i comportamenti degli istituti di credito dei paesi dell’UE.

I principali cambiamenti introdotti sono riportati di seguito:

Default

Regole fino al 31/12/2020

Il Cliente viene classificato a default se presenta arretrati per oltre 90 giorni consecutivi pari ad almeno il 5% del totale delle esposizioni del cliente verso la banca.

Lo stato di default viene meno nel momento in cui il cliente regolarizza verso la banca l’arretrato di pagamento e/o rientra dallo sconfinamento di conto corrente.

Nuove Regole dal 01/01/2021

Il Cliente viene classificato a default se supera entrambe le seguenti soglie di rilevanza (arretrato di pagamento e/o sconfinamento) per oltre 90 giorni consecutivi:

  • in termini assoluti: euro 100 per le esposizioni al dettaglio ed euro 500 per le altre esposizioni;
  • in termini relativi: 1% dell’importo complessivodi tutte le esposizioni del cliente verso le Società del Gruppo Bancario IBL Banca.

Lo stato di default permarrà per almeno 90 giorni dal momento in cui il cliente regolarizza verso la banca l’arretrato di pagamento e/o rientra dallo sconfinamento di conto corrente.

Compensazione

Regole fino al 31/12/2020

È consentita la compensazione degli importi scaduti con le disponibilità presenti su altre linee di credito non utilizzate o parzialmente utilizzate dal cliente.

Nuove Regole dal 01/01/2021

La compensazione su iniziativa banca non è più consentita. Di conseguenza, il Gruppo Bancario IBL Banca è tenuto a classificare il cliente a default anche in presenza di disponibilità su altre linee di credito non utilizzate.

Classificazione a livello di Gruppo

Regole fino al 31/12/2020

La classificazione a default di un cliente per la Società non comporta automaticamente la classificazione a default presso tutte le Società del gruppo.

Nuove Regole dal 01/01/2021

La classificazione a default  sarà valutata a livello di Gruppo Bancario IBL Banca (non è più consentito che un cliente sia classificato a default presso una Società del gruppo e non lo sia presso un’altra).

Obbligazioni Congiunte

Regole fino al 31/12/2020

Non sono previsti automatismi di contagio del default nel caso di obbligazioni congiunte (c.d. “cointestazione”).

Nuove Regole dal 01/01/2021

Con riferimento alle obbligazioni congiunte (c.d. “cointestazione”) sono previste alcune nuove regole di contagio del default:
se la cointestazione è in default, il contagio si applica alle esposizioni dei singoli cointestatari;
se tutti i cointestatari sono in default, il contagio si applica automaticamente alle esposizioni della cointestazione.

È fondamentale, quindi, onorare con puntualità le scadenze di pagamento previste contrattualmente e di rispettare il piano di rimborso dei propri debiti non trascurando anche importi di modesta entità, al fine di evitare la classificazione a default.

Sulla base delle nuove regole, infatti, anche solo uno sconfinamento di conto corrente superiore a 100 euro per oltre 90 giorni, che rappresenti più dell’1% del totale delle esposizioni verso la banca, comporta lo stato di default di tutte le esposizioni, e potrebbe rendere più difficoltoso l’accesso al credito nel caso di richiesta di nuovi finanziamenti.

Cosa puoi fare per evitare la Classificazione in Default

  • Verifica costantemente i tuoi rapporti bancari per ottimizzare la gestione del tuo bilancio familiare ed evitare gli impatti delle nuove regole europee, tieni sotto controllo la situazione dei rapporti cointestati e/o che coinvolgano altri soggetti a Voi direttamente connessi.
  • Se stai pagando le rate di un prestito, verifica che la data di pagamento della rata coincida con il momento in cui hai maggior disponibilità sul conto.
  • Tieni sotto controllo tutti i conti correnti, anche quelli che usi raramente, sui quali possono transitare occasionali addebiti.

Per approfondire

La normativa di riferimento, introdotta dalla European Banking Autority (EBA) e recepita a livello nazionale da Banca d’Italia, è la seguente:
EBA/GL/2016/07: “Linee guida sull’applicazione della definizione di default ai sensi dell’art. 178 del Regolamento (UE) n.575/2013”;
EBA/RTS/2016/06: “Norme tecniche di regolamentazione relative alla soglia di rilevanza delle obbligazioni creditizie in arretrato” e il relativo Regolamento Delegato (UE) 171/2018 della Commissione Europea del 19 ottobre 2017.